CODICE DI CONDOTTA AI SENSI DELL’ART. 27 BIS DEL CODICE DI CONSUMO

 

 DISPOSIZIONI GENERALI

L’accettazione e la firma del presente codice è indispensabile per l’iscrizione all’Associazione. L’obiettivo primario dell’Associazione consiste nella creazione di valore con continuità per tutti gli associati. I riferimenti etici e di condotta necessari per il conseguimento di tale obiettivo sono:

  1. il pieno e costante rispetto delle normative vigenti sulla corretta manutenzione in ambito di sistemi per la sicurezza e la prevenzione incendi;
  2. la disposizione ed il mantenimento di una adeguata e costante formazione, atta a salvaguardare la vita delle persone e i loro beni in caso di incendio;
  3. l’accettazione di incarichi limitata alla adeguata preparazione professionale;

DESTINATARI

Sono tenuti al rispetto dei principi e valori enunciati nel presente Codice tutti i soci dell’Associazione. Sono altresì tenuti al rispetto del Codice tutti i soggetti (persone fisiche o giuridiche, enti, ecc.) diversi da quelli individuati al comma precedente, che instaurano qualsiasi tipo di rapporto con l’Associazione. L’Associazione si attiva per informare e sensibilizzare tutti i soci in ordine al contenuto del Codice, nel suo divenire, nonché per portare a conoscenza dei terzi il medesimo mediante pubblicazione sul sito internet www.atemapro.it . L’Associazione si adopera affinché, nella formalizzazione dei rapporti interni ed esterni alla medesima siano inserite, ove necessario, idonee clausole contrattuali che richiamino il rispetto del Codice.

VALORI DI RIFERIMENTO

  1. Lealtà e coerenza ai riferimenti e ai principi dell’Associazione, e nelle relazioni che collegano i singoli all’ Associazione;
  2. Attenzione costante alla manutenzione degli impianti di sicurezza e prevenzione incendi secondo le norme e secondo la regola dell’arte volti a garantire la sicurezza e la salvaguardia del consumatore e dei suoi beni.
  3. Attenzione costante al coinvolgimento di tutti gli associati – di ogni ordine e livello – nella realizzazione degli obiettivi di sviluppo dell’Associazione per mezzo della loro responsabilizzazione e della valorizzazione delle relative competenze.

PRINCIPI GENERALI

L’ Associazione ha come principio imprescindibile il rispetto delle normative e l’aggiornamento, la formazione e l’organizzazione di convegni e workshop informativi costante nell’ambito di sicurezza e prevenzione incendi. Tale impegno è vincolante anche per i consulenti, fornitori, clienti e per chiunque abbia rapporti con l’Associazione. Quest’ultima non inizierà né proseguirà alcun rapporto con i Soggetti che non intendano allinearsi a questo principio. In nessun caso il perseguimento dell’interesse dell’Associazione giustifica e rende accettabile una condotta contrastante con i disposti del presente codice di condotta. L’ Associazione assicura che saranno realizzate le opportune attività di formazione, informazione e continua sensibilizzazione in merito alle disposizioni del presente Codice e alla sua concreta applicazione. Ogni attività dei Soci deve essere legittima, autorizzata, coerente e congrua. Non è consentito neppure per interposta persona offrire denaro o doni a dirigenti, funzionari o dipendenti della Pubblica Amministrazione italiana o estera o a loro parenti, sia italiani che di altri Paesi. L’ Associazione considera atti di corruzione la corrispondenza di denaro o di altra utilità ovvero la sua promessa in favore di funzionari pubblici per atti d’ufficio ovvero contrari al loro ufficio eseguiti direttamente da Soggetti e/o Enti italiani o da loro Dipendenti, ovvero effettuati tramite Soggetti che agiscono per conto degli stessi in Italia o all’estero. L’ Associazione, inoltre, non potrà essere rappresentata da soggetti terzi la cui collaborazione possa connotare ipotesi di conflitto di interessi.

PRINCIPI SPECIFICI

Ogni rapporto, sia interno che esterno all’ Associazione, deve essere improntato al rispetto delle Leggi e dei Regolamenti di volta in volta applicabili ed all’applicazione dei Principi Generali del presente Codice. La conduzione delle relazioni di ogni ordine e grado deve avvenire secondo trasparenza, correttezza, onestà, integrità e lealtà. I soci non devono accettare incarichi per i quali non detengano una sufficienza preparazione professionale, né accettare o intrattenere rapporti con persone che abbiano in corso affari di dubbia legalità. I soci non devono in alcun modo falsare titoli professionali.  Le relazioni, sia interne che esterne, evitano ogni discriminazione in base all’età, al sesso, alla razza, alla nazionalità, alle condizioni personali e sociali, ed al credo religioso o politico. L’Associazione condivide e intende tutelare il valore della concorrenza leale, astenendosi da comportamenti contrari a questo principio, siano essi collusivi, predatori e/o di abuso di posizione dominante. Una leale competizione sul mercato è intesa dell’Associazione quale realizzazione ed offerta di prodotti e servizi di qualità, che rispondano alle esigenze dei clienti e siano conformi alle promesse contrattuali e ai principi contenuti nel presente codice di condotta.

CONFLITTI DI INTERESSE

I Soci evitano situazioni di conflitto di interesse con l’Associazione, perseguendo nello svolgimento dei propri compiti gli obiettivi ed interessi della medesima, nel rispetto delle Leggi e dei Regolamenti. Qualora un associato venga a trovarsi, sia direttamente che indirettamente, in situazione di conflitto anche solo potenziale con gli interessi dell’Associazione, è tenuto ad informare chi di competenza.

TUTELA DELL’IMMAGINE

Il rispetto di principi e dei valori etici di cui al presente Codice costituisce un requisito fondamentale nella creazione e nel mantenimento di una buona reputazione, nonché un fattore che contribuisce in modo determinante al perseguimento degli obiettivi ed al successo dell’Associazione, favorendo i rapporti con la comunità in genere. Ad ogni iscritto è richiesta la sottoscrizione dell’autocertificazione dei requisiti di onorabilità a tutela dell’immagine dell’Associazione. I Destinatari, nel rispettare le disposizioni del presente Codice di Condotta, contribuiscono alla tutela dell’immagine e della buona reputazione della Società.

RELAZIONI INTERNE

I Destinatari eseguono i propri compiti e mansioni con diligenza, accuratezza, efficienza e professionalità, ispirandosi al rispetto delle norme nel loro ambito di applicazione. I soci sono chiamati a conformarsi allo specifico principio di riservatezza, assicurando in generale il massimo riserbo in relazione a notizie ed informazioni aventi per oggetto l’attività dell’Associazione o dei Soggetti terzi con essa in relazione. Ogni Destinatario è in particolare tenuto a non utilizzare informazioni riservate per scopi non connessi con l’espletamento di propri compiti e mansioni. Quanto precede comprende il rispetto degli obblighi di riservatezza previsti dalla Legge sulla tutela della privacy.

RELAZIONI ESTERNE

Le relazioni devono essere condotte nel rispetto della Legge e dei Regolamenti di volta in volta applicabili, nonché dei Principi Generali del presente Codice di condotta. In particolare, le relazioni con i clienti devono essere improntate alla correttezza, cortesia e disponibilità e professionalità.

SANZIONI

La violazione delle norme del presente Codice potrà costituire illecito disciplinare, con conseguente decadenza dell’iscrizione per l’associato. L’osservanza delle norme contenute nel presente Codice di condotta deve considerarsi parte essenziale delle obbligazioni contrattuali assunte dai collaboratori e/o dai soggetti aventi relazioni d’affari con l’Associazione.

Modena, 19 Luglio 2017